Oracle Exadata Database Machine

Exadata è un unico box contenente i server, lo storage, il network di connessione, il sistema operativo Linux e il database Oracle.

Oracle Exadata è una database machine ovvero una soluzione integrata HW/SW costruita da Oracle con lo scopo di creare il miglior ambiente di elaborazione possibile per un database Oracle.

Tutti i server presenti al suo interno comunicano tra loro mediante una connessione veloce di tipo InfiniBand e sono di 2 tipi: un database server che ospita le istanze di database Oracle e un storage server che si occupa di gestire in modo “intelligente” le richieste dei database ed interagire con gli apparati di I/O.

Il concetto Exadata è in gran parte qui: svincolare l’attività Oracle database dall’attività di I/O vera e propria con server specializzati a fare un solo compito.

La gestione è semplificata grazie al fatto che è un box integrato con tutti i componenti pre-installati, chiunque si sia trovato, infatti, ad installare e configurare un’infrastruttura tradizionale “SERVER-SAN-STORAGE” conosce quanto tempo occupa svolgere questa attività nel rispetto di tutte le matrici di compatibilità, in particolare quelle della SAN.

Grazie alla semplicità e velocità di implementazione, Oracle Exadata Database Machine aumenta le prestazioni dei database,  fornendo la base ideale per un cloud di database consolidato.

Exadata è la piattaforma più accuratamente testata e messa a punto per l’esecuzione di Oracle Database.

Tutte le macchine di database Exadata sono configurate in modo identico, i clienti beneficiano dell’esperienza di migliaia di altri utenti che hanno implementato la Exadata Database Machine per le loro applicazioni mission-critical tra cui la maggior parte delle principali banche, operatori telefonici, e rivenditori in tutto il mondo. Le macchine fornite al cliente sono identiche alle macchine che il Supporto Oracle ha utilizzato per l’identificazione e la risoluzione dei problemi, l’ingegneria utilizzata da Oracle per lo sviluppo e il testing di Oracle Database, e le macchine fornite al cliente son le stesse che Oracle ha utilizzato per implementare i propri SaaS e PaaS cloud pubblici.

Pertanto Exadata consente di:

a) Ridurre le attività di installazione e configurazione
b) Ridurre le attività di setup e coordinamento di figure professionali (sistemisti, dba, esperti di rete, esperti di SAN, ecc…).

Performance e Funzionalità

SmartScan: processa le query a livello di storage, trasferendo al database server soltanto le righe e le colonne pertinenti. Di conseguenza, una quantità di dati notevolmente inferiore transita sulle interconnessioni InfiniBand rapide da 40 GB determinando un eccezionale miglioramento delle prestazioni e della concomitanza di query semplici e complesse.
Exadata Smart Flash Cache: gestisce i problemi relativi al collo di bottiglia I/O casuale del disco trasferendo in modo trasparente i dati sensibili consultati frequentemente sui veloci storage solid-state. Il tempo di risposta I/O è 10 volte più veloce e si utilizza un numero inferiore di 10 volte di dischi.
Riduzione Indici: l’architettura Exadata (db server + storage server) riduce la necessità di indicizzazione per ottenimento delle performance: una full table scan su Exadata può essere molto più veloce di un accesso con indici su server tradizionali. Questa possibilità consente di ridurre lo spazio indici e anche le attività di manutenzione e rebuild degli stessi (attività DBA).
Exadata Hybrid Columnar Compression in media può ridurre di 10 volte le dimensioni delle tabelle di data warehousing e di 50 volte le tabelle di archiviazione, la versione Oracle su Exadata implementa un algoritmo di compressione più efficace di quello che si trova sui server tradizionali: questo si traduce in un risparmio di spazio, minori operazioni di I/O e migliori prestazioni a parità di capacità elaborativa, con un risparmio significativo in termini di spazio su disco per database primari, in standby e di backup, consentendo di migliorare sensibilmente le prestazioni delle query di data warehousing.

Exadata è scalabile

Exadata è scalabile perché ha una dimensione configurabile. Esistono diversi “tagli” di box : Quarter, Half, Full con un numero di server configurabili al proprio interno. Inoltre è possibile partire con una configurazione minima (Eighth) e poi incrementare la capacità elaborativa in un secondo momento.

Exadata è chiaramente una soluzione di classe Enterprise. Si adatta sia a contesti transazionali (OLTP) che a sistemi di Business Intelligence (OLAP) e può essere la soluzione giusta per grandi implementazioni ma anche per il consolidamento di tanti piccoli database: in quest’ultimo scenario si possono sfruttare le potenzialità di un Resource Manager ad hoc che è in grado di assegnare ad ogni database una quantità di risorse di CPU/RAM e I/O a garanzia di un corretto livello di servizio per tutti i contendenti.

Exadata Database Machine Datasheet
3D-DEMO Exadata Database Machine