Con la proposta dei server Kunlun su piattaforma x86 a 32 socket Huawei estende la sfida nel mercato server ai sistemi mission-critical, dopo la linea dei server Fusionstor si è passati ai server di fascia alta, soluzione ideale per DB/OLTP, calcolo ed elaborazione “in-memory”, e grandi nodi HPC.

Il server KunLun rappresenta un nuovo punto di riferimento per le attività di computing, accelerando la transizione aperta degli ambienti enterprise mission-critical e migliorando l’efficienza economica delle operazioni di calcolo ed elaborazione dei dati. Wang Zhen, GM di KunLun per Huawei spiega la proposta tecnologica: “la tecnologia RAS 2.0 (Reliability, Availability and Serviceability) abilita la gestione proattiva degli errori, ed è basata su firmware e sistema operativo indipendenti”. La tecnologia RAS 2.0  permette la raccolta delle informazioni e l’analisi dei problemi, ed è in grado di isolare le componenti a rischio, procedere con i failover, e la sostituzione eventualmente a caldo anche della CPU. RSA 2.0 è una soluzione che permette la manutenzione del server, senza doverlo spegnere. KunLun server riduce il TCO dal 30% al 50%.

Sui server KunLun è possibile sia la partizione logica sia fisica del firmware, ospita fino a 32 CPU per 576 core complessivi con frequenze fino a 3.2 GHz, fino a 24 TB di  memoria DDR3/DDR4 con DIMMs da 32 GB per 768 slots, e fino 32 TB con DIMMs da 64 GB per 512 slots, permettendone la sostituzione a “caldo” senza interrompere i servizi (unico nel suo genere), accoglie fino a 96 dischi SAS 3.0 HDDs/SSDs da 2.5 pollici anche quest’ultimi sostituibili a “caldo”.

Fondamentale è la partnership con Intel, KunLun è equipaggiato con Intel Xeon E7 v3, la famiglia di processori Intel®, in grado di estrarre informazioni dai big data, offrire una maggiore efficienza dei data center e affidabilità comprovata per gestire qualsiasi carico di lavoro.
Grazie a questo processore vengono incrementate le prestazioni dei data center con tecnologie basate su hardware che offrono reattività in tempo reale, e potenziano la produttività migliorando: la virtualizzazione, la crittografia e riducendo la latenza.

Le funzionalità dinamiche per il risparmio e la gestione dell’energia, di Kulun, consentono di ridurre efficacemente il consumo, fornendo migliori prestazioni di raffreddamento e consentendo densità più elevate e maggiore capacità a costi ridotti. Supporta Red Hat, SuSE e Windows Server, supporto dell’orchestratore OpenStack, e fornitura di server pronti a operare in ambienti SAP e Oracle.
Fonte: http://e.huawei.com/