vbblock

Il progetto muove a partire da un’attenta analisi, svolta da Regione Toscana in collaborazione con l’osservatorio sulla semplificazione e le associazioni di categoria, dei bisogni e delle criticità emerse sui procedimenti amministrativi in materia di semplificazione. L’ambizioso compito del progetto è quello di realizzare un vasto insieme di servizi di semplificazione amministrativa, in ambiti anche piuttosto diversi tra loro, che permettano nel medio periodo di perseguire gli obiettivi di:

  • Presentazione e gestione on-line delle domande con conoscenza dello stato di avanzamento delle pratiche.
  • Uso di regole e modalità operative nelle relazioni tra imprese e SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) il più possibile omogenee.
  • Una più efficiente interazione tra i servizi delle associazioni di categorie, dei professionisti e degli sportelli unici.

L’approccio adottato da T.A.I per la realizzazione del progetto è stato quello di definire un’architettura software completa e articolata, comune a tutti i diversi contesti applicativi, che costituisca un riferimento nella realizzazione di applicazioni web-based per la Pubblica Amministrazione, come somma di esperienze maturate in progetti e contesti analoghi.

L’architettura proposta prevede l’utilizzo di un nutrito insieme di librerie e framework, allo stato dell’arte della tecnologia, la cui integrazione permette di perseguire e raggiungere l’obiettivo della facilità di sviluppo, manutenzione e riuso delle applicazioni.

L’architettura è orientata ai servizi (SOA), e lo sviluppo applicativo si basa su un ambiente di generazione semi-automatica del software e delle interfacce, che include:

  • un potente motore di workflow per la gestione flessibile e riconfigurabile di tutti i flussi applicativi,
  • uno standard di programmazione basato su pattern enterprise e framework open source,
  • strumenti di supporto, integrati tramite interfacce aperte, per la memorizzazione, la gestione documentale, l’information retrieval.

L’architettura risulta quindi particolarmente adatta a supportare l’uso di servizi Web per garantire l’interoperabilità tra diversi sistemi così da consentire l’utilizzo delle singole applicazioni come componenti del processo di business e soddisfare le richieste degli utenti in modo integrato e trasparente.

Sull’architettura SOA sopra indicata sono stati realizzati diversi moduli applicativi che realizzano requisiti funzionali di varia natura:

  • Applicazione “Atti” – flusso di gestione di gestione dei decreti e delle delibere: applicazione che gestisce l’intero flusso di lavoro di un atto, dalla proposta iniziale alla validazione del dirigente responsabile e di tutti gli uffici competenti (contabilità, direzioni tecniche, direzione generale ecc.) sino alla pubblicazione su Bollettino Ufficiale.
  • Procedure gestionali interne: applicazioni che gestiscono l’intero flusso di svariate procedure interne: gestione e controllo missioni in Italia, gestione e controllo del budget missioni, gestione e controllo carte di credito regionali, gestione e controllo automezzi regionali ecc..
  • Sistema di monitoraggio procedimenti amministrativi: procedura gestionale per il censimento di tutte le tipologie di procedimenti amministrativi con procedura per il controllo delle attività svolte per ogni procedimento, e inserimento automatico/manuale di inizio e fine di ciascuna attività e relativo monitoraggio dei procedimenti: tempi intercorsi tra inizio e fine, confronto con la durata prevista ecc..
  • Applicazione “Libro Firma”: cruscotto ad uso dei dipendenti regionali (che inseriscono le richieste) e dei dirigenti (che le devono autorizzare), con gestione completa del flusso autorizzativo, funzionalità di firma digitale ed integrazione con protocollo.
  • Realizzazione del sistema informativo per il Genio Civile (GC) regionale con i compiti di gestire sia l’interazione tra SUAP e GC che la gestione dei procedimenti internamente al dominio GC.
  • Applicazione iDAX: gestione del flusso dei documenti di tipo “mandato di pagamento”, dalla loro emissione da parte del gestionale di contabilità alla loro memorizzazione nell’archivio di lavoro basato sul sistema documentale Alfresco, sino alla loro archiviazione sul Sistema di Conservazione a Norma di Regione.
  • Applicazione per la valutazione dei dipendenti (da parte dei dirigenti regionali).