vbblock

L’applicazione fornisce le previsioni di arrivo e partenza di navi traghetto, navi da crociera e navi RoRo passeggeri e rotabili. Orari ufficiali di arrivi e partenze con indicazione del molo di attracco della nave e suggerimento del percorso stradale dalla propria posizione al molo d’imbarco.
Consultazione dell’archivio navi e delle condizioni meteomarine correnti.

ShipInfo Mobile  prevede due versioni con funzionalità distinte:

  • Versione “PRO” destinata agli utenti che hanno sottoscritto un abbonamento alla fruizione di tutti i servizi di informazione. Tipicamente questa versione è destinata alle Agenzie Marittime e a tutti quegli operatori commerciali che svolgono un’attività continuativa all’interno del porto.
  • Versione “LIGHT” destinata ad utenti generici che necessitano in maniera occasionale di un set di informazioni ridotte, come ad esempio i passeggeri che usufruiscono delle linee traghetti o delle navi da crociera.

Al fine di garantire efficienza ed, al tempo stesso, limitare il flusso dati tra server remoto ed applicazione, è stato utilizzato il modello REST[1] per lo scambio delle informazioni che ricordiamo essere lo standard di fatto per comunicazioni tra applicazioni mobili e server remoti. Inoltre i dati sono strutturati secondo il formato JSON[2], universalmente riconosciuto come il migliore formato di scambio tra applicazioni mobili e server di raccolta dati.

Il risultato dell’interazione con il server remoto verrà segnalato all’utente finale tramite appositi messaggi applicativi, utili a capire se il dato invio abbia avuto successo oppure no. La connessione fra il dispositivo ed il server remoto sarà realizzata con protocollo criptato https.

L’interfaccia applicativa è stata implementata utilizzando le potenzialità offerte dal framework PhoneGAP[3] e secondo le specifiche HTML5. Questo approccio permette di sviluppare un’applicazione portabile e multipiattaforma, senza la necessità di creare implementazioni parallele e legate ad invocazioni specifiche di piattaforma.

Le astrazioni e le API offerte dal framework permettono di interagire con i moduli a basso livello dei sistemi operativi ospitanti, come Android e iOS.

Il server remoto (back-end) a cui l’applicazione invia i dati è progettato secondo standard tecnologici evoluti ed in grado di rispondere ad un elevato numero di richieste da parte dei dispositivi mobili. La componente di back-end è progettata come web-application e si appoggia a framework evoluti come Spring 3.x ed il modello dati è strutturato ad oggetti per utilizzare l’ORM Hibernate e quindi indipendente dal dialetto SQL del DBMS che la web-application utilizza.

[1] http://it.wikipedia.org/wiki/Representational_State_Transfer  –  [2] http://www.json.org/
[3] http://phonegap.com/